Sorveglianza Attiva Prospettica delle Infezioni Nosocomiali nelle Unità di Terapia Intensiva (UTI) - 2007/2008

Starting date
January 1, 2007
Duration (months)
12
Departments
Diagnostics and Public Health
Managers or local contacts
Tardivo Stefano

La sorveglianza delle infezioni nosocomiali (IN) nelle Unità di Terapia Intensiva (UTI) è stata
scelta quale componente del network HELICS (Hospital in Europe Link for Infection Control
through Surveillance) (1) sulla base: a) dell’esistenza di tali network in molti Paesi europei, b)
del fatto che i pazienti ricoverati nelle UTI presentano un rischio da 5 a 10 volte maggiore di
acquisire una IN sia per fattori di rischio intrinseci (es. immunodepressione) che estrinseci (es.
ventilazione meccanica), ed infine c) perché l’UTI è spesso l’epicentro di problemi emergenti di
IN negli ospedali.
L’obiettivo principale del progetto SPIN-UTI, condotto nel periodo da ottobre 2006 a maggio
2007, è stato quello di assicurare la standardizzazione delle definizioni, della raccolta dei dati e
delle procedure di feedback per gli ospedali partecipanti alla sorveglianza nazionale/europea
delle IN nelle UTI, al fine di contribuire alla sorveglianza delle IN a livello europeo e di
migliorare la qualità dell’assistenza nelle UTI in un contesto multicentrico. Grazie all’attività del
Gruppo di Coordinamento, alla preziosa collaborazione degli altri membri del GISIO, e dei
Responsabili per il Progetto di tutte le UTI che hanno partecipato alla progettazione ed alla
realizzazione della sorveglianza, la rete italiana SPIN-UTI è stata inclusa quale collaborating
partner nel Progetto Europeo BURDEN (Burden of Resistance and Disease in European
Nations), - Workpackage 6 - Impact of antimicrobial resistance and inappropriate treatment in
ICU-acquired infections in Europe. L’obiettivo principale del Progetto è di valutare l’impatto
sulla morbosità e mortalità dei pazienti delle infezioni acquisite nelle UTI associate a
microrganismi resistenti, nonché sui costi correlati all’eccesso della durata della degenza nella
UTI e nell’ospedale attribuibile alla resistenza antibiotica. Al fine di raggiungere tale obiettivo
in modo costo-efficace, al protocollo HELICS-ICU esistente sono state aggiunte un limitato
numero di variabili da rilevare; tali modifiche sono state quindi riportate nella presente nuova
versione del protocollo SPIN-UTI (settembre 2008).
Inoltre, per contribuire alla creazione di un archivio di dati a livello nazionale, nell’ambito del
Progetto INF-OSS (Prevenzione e controllo delle infezioni associate all’assistenza sanitaria e
sociosanitaria) del Centro per la Prevenzione e Controllo delle Malattie del Ministero della
Salute italiano, è stata inclusa nel nuovo protocollo SPIN-UTI la sorveglianza della sepsi.

Sponsors:

Funds: assigned and managed by the department

Project participants

Rosanna Loss
Morena Nicolis
Technical-administrative staff
Silvia Sembeni
Technical-administrative staff
Stefano Tardivo
Associate Professor

Activities

Research facilities