DIFFERENZE DI GENERE NELLA PERCEZIONE DELLA SALUTE

Starting date
October 15, 2010
Duration (months)
12
Departments
Diagnostics and Public Health
Managers or local contacts
Mantovani William

Com’è noto, nei paesi occidentali le donne hanno un’aspettativa di vita alla nascita superiore a quella dell’uomo di circa 5 anni, tuttavia valutano il proprio stato di salute come peggiore, riferiscono più sintomi fisici e utilizzano maggiormente i servizi sanitari. Questo farebbe pensare che pur vivendo più a lungo le donne siano meno in salute. Ci sono diversi dati a supporto di questa spiegazione, tuttavia sono possibili anche altre ipotesi. Secondo Hibbard e Pope (1986) ad esempio, questo fenomeno di over-reporting potrebbe dipendere da differenze di genere nel modo in cui ‘i sintomi vengono percepiti, valutati e affrontati.
Lo studio qui presentato si propone di andare a verificare se le differenze che si riscontrano nella valutazione della salute possano essere almeno in parte attribuite al fatto che i sintomi influiscono in modo differenziale sulla valutazione della salute nei due sessi.
Risultati attesi: al termine del progetto ci si attende di aver raccolto elementi sufficienti per andare a verificare se le differenze che si riscontrano nella valutazione della salute possano essere almeno in parte attribuite al fatto che i sintomi influiscono in modo differenziale sulla valutazione della salute nei due sessi.

Sponsors:

Funds: assigned and managed by the department

Project participants

Gabriele Romano
Stefano Tardivo
Associate Professor

Activities

Research facilities