Valuatazione di effetti genotossici in lavoratori di un'industria della gomma: Comet assay in linfociti e attività mutagena urinaria.

Data inizio
1 settembre 1999
Durata (mesi) 
48
Dipartimenti
Diagnostica e Sanità Pubblica
Responsabili (o referenti locali)
Fracasso Maria Enrica

L'industriia della gomma è caratterizzata dall'utilizzo di molte sostanze chimiche alcune delle quali sono state considerate cancerogene per l'uomo o in animali da esperimento. Numerose indagini epidemielogiche hanno evidenziato, negli addetti esposti fino agli anni 50, un eccesso di mortalità per neoplasie soprattutto a carico della vescica e del sistema emopoietico. L'aumento di incidenza di queste patologie è stato attribuito all'uso delle amine aromatiche di prima classe. Queste considerazioni hanno spinto i paesi industrializzati ad una progressiva regolamentazione dell'uso di tali sostanze che, sommato ad un costante miglioramento delle condizioni igienico-ambientali dei luoghi di lavoro, sembra abbia portato ad una riduzione dell'incidenza di queste neoplasie. A dispetto di quanto detto, nuovi indagini condotte sui lavoratori dell'industria della gomma, hanno dimostrato eccessi significativi di tumori del fegato, del peritoneo, della prostata e della pleura. Tali risulati possono essere interpretati come un fondato sospetto dell'esistenza di prodotti di reazione biologicamente attivi che si sviluppano durante la lavorazione della gomma.

Enti finanziatori:

ISPESL
Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Pubblicazioni
Titolo Autori Anno
Exposure to mutagenic airborne particulate in a rubber manufacturing plant. Fracasso M.E., Franceschetti P., Mossini E., Tieghi S., Perbellini L., Romeo L. 1999

Attività

Strutture