Dotazione organica ospedaliera degli infermieri e esiti infermieristico-sensibili

Data inizio
7 gennaio 2008
Durata (mesi) 
36
Dipartimenti
Diagnostica e Sanità Pubblica
Responsabili (o referenti locali)
Battistelli Adalgisa , Saiani Luisa

La ricerca è stata motivata dalla convinzione che un’efficace gestione delle risorse umane è presupposto fondamentale per gestire le innovazioni e la qualità dei sistemi sanitari; trattenere ed attrarre personale qualificato, competente, coinvolto, motivato e stabile permette alle organizzazioni di mantenere alti livelli di produttività ed un vantaggio competitivo. In ambito sanitario l'instabilità della forza lavoro infermieristica è messa in evidenza dalla problematica di dimensioni mondiali della carenza, pertanto il fenomeno del turnover degli infermieri, in particolare del turnover disfunzionale , inteso come allontanamento del lavoratore che invece le organizzazioni preferirebbero trattenere, diventa di interesse primario perché acuisce la criticità della risorsa infermieristica.
Nonostante il turnover rappresenti un problema ad alta complessità e di non facile soluzione per i costi, per l’instabilità che crea nei team professionali e per la sua influenza sulla qualità delle cure erogate, è stato molto studiato nei sistemi sanitari americani e anglosassoni ma limitatamente nel nostro Paese.
Obiettivi dello studio
• Analizzare i fattori che influenzano le intenzioni di turnover degli infermieri;
• stimare il peso dei fattori individuali e della relazione individuo/organizzazione che intervengono nel processo dell’intenzione dell’infermiere di lasciare.
Lo studio è trasversale.I dati sono stati raccolti attraverso:
• un questionario somministrato agli infermieri su base volontaria, in forma anonima, che richiedeva circa 20-30 minuti per la sua compilazione. La prima parte del questionario era costituita da domande riguardanti l’età, il sesso, il titolo di studio e alcune informazioni relative a caratteristiche più specifiche della professione (tipo di orario, trasferimenti di reparto, numero anni di lavoro, etc.). La seconda parte richiedeva agli infermieri di esprimere la propria percezione (su scala Likert a 5 punti da “per niente vero” a “completamente vero”) sulle variabili scelte tra i determinanti/predittori del turnover.
• un’intervista semi-strutturata al Coordinatore Infermieristico per analizzare la sua percezione di stabilità/instabilità dell’equipe infermieristica.

Partecipanti al progetto

Elisa Ambrosi
Ricercatore a tempo determinato
Adalgisa Battistelli
Maura Galletta
Igor Portoghese
Luisa Saiani
Professore ordinario
Pubblicazioni
Titolo Autori Anno
Comprendere l’intenzione di lasciare l’ospedale degli infermieri italiani con esperienza lavorativa inferiore o uguale a 3 anni: uno studio esplorativo AMBROSI E.;Portoghese I.; Galletta M.; Marchetti P.; Battistelli A.; Saiani L. 2011

Attività

Strutture