JP2016 - Un nuovo metodo per la determinazione della Carbohydrate Deficient Transferrin (CDT) basato su una specifica derivatizzazione a composto fluorescente. Sviluppo di un recente brevetto dell'Università di Verona (WO2015135900 A1).

Data inizio
1 marzo 2017
Durata (mesi) 
24
Dipartimenti
Diagnostica e Sanità Pubblica
Responsabili (o referenti locali)
Tagliaro Franco
Parole chiave
JOINT PROJECTS, JOINT PROJECTS, CARBOHYDRATE DEFICIENT TRANSFERRIN (CDT), FLUORESCENT TAGGING, ANALYSIS, ALCOHOL ABUSE, DIAGNOSIS, GLYCOFORMS OF TRANSFERRIN, HPLC PROCEDURE, INNOVATIVE PRODUCTS

PREMESSA
La CDT consiste in un gruppo di glicoforme della Transferrina, ed è accreditata come il più affidabile biomarker di abuso alcolico cronico. Studi recenti evidenziano una elevata predittività della CDT verso l’incidentalità stradale alcol correlata.
La tecnologia analitica esistente impiega HPLC o CZE con rivelazione per assorbimento nell’UV/Visibile, presentando cosi limiti in termini di sensibilità e specificità.
Presso l’Università di Verona è stato registrato un brevetto (WO2015135900 A1) riguardante una specifica derivatizzazione della transferrina che porta ad un prodotto fluorescente in un range spettrale specifico e privo di interferenze da composti endogeni. Tale brevetto è stato applicato preliminarmente con successo in una procedura analitica HPLC (Oral presentation at the ITP 2015 Helsinki, Finland - Sorio, D. CE transferrin glycoform analysis by fluorescence detection: A new method for serum Carbohydrate Deficient Transferrin measurement).

OBIETTIVI
Sviluppo e realizzazione industriale di metodi analitici innovativi basati sull’applicazione di un recente brevetto dell’Università di Verona (inventori: i proponenti del presente progetto) per la determinazione con rivelazione in fluorescenza della Carbohydrate Deficient Transferrin (CDT).

PROCEDIMENTO
Il progetto prevede il completamento della validazione e l’ingegnerizzazione di un prodotto basato sul brevetto di cui sopra, che consenta di applicare una procedura standardizzata di analisi della CDT impiegando strumentazione analitica HPLC-FL. Sul piano dello sviluppo ulteriore, il progetto prevede anche l’applicazione del brevetto a differenti tecniche analitiche quali la CZE ed i sistemi di microfluidica che potranno consentire di estenderne il campo di applicazione.

RISULTATI
Prodotti innovativi certificati per la determinazione specifica della CDT in fluorescenza, commerciabili e competitivi con quanto oggi disponibile sul mercato.

MAIN PARTNER
Dott. Dino Paladin

Enti finanziatori:

Finanziamento: assegnato e gestito dal Dipartimento

Partecipanti al progetto

Franco Tagliaro
Professore ordinario
Aree di ricerca coinvolte dal progetto
Legal
Toxicology

Attività

Strutture