Nuovi approcci per lo studio dello sviluppo e maturazione della sinapsi nel sistema nervoso centrale

Data inizio
10 gennaio 2003
Durata (mesi) 
48
Dipartimenti
Diagnostica e Sanità Pubblica
Responsabili (o referenti locali)
Fumagalli Guido Francesco

L’Unità avrà compiti specifici di ricerca all’interno di workpackages e compiti generici di supporto ad altre unità.
  • Compiti di supporto
    1. L’Unità fornirà supporto tecnologico e strumentale alle altre Unità per realizzare studi di imaging in cellule viventi di antigeni/compartimenti cellulari marcati con traccianti fluorescenti.
  • Compiti specifici di ricerca
    1. Identificazione di domini dei canali SK importanti per il controllo della localizzazione subcellulare e l’inserzione in membrana.
      L’unità utilizzerà metodiche di biologia molecolare (clonaggio, delezioni/mutazioni, creazione di mutanti negativi, trasfezioni), farmacologiche, elettrofisologiche (in collaborazione con Dr. Terstappen, GSK, Verona), biochimiche e morfologiche (microscopia confocale, videoi maging) per identificare i domini dei canali SK importanti per l’assemblaggio e la traslocazione in membrana.
    2. Identificazione di proteine che interagiscono con canali SK e caratterizzazione molecolare e funzionale.
      L’identificazione di proteine che interagiscono con SK sarà condotta mediante two-hybrid screening dall’Unità 8 (in collaborazione con Dr. Terstappen, GSK, Verona). La caratterizzazione di eventuali candidati sarà fatta in termini biochimici (produzione di anticorpi), funzionali (produzione di costrutti mutati, dominanti negativi), di distribuzione (in situ-, immuno-), pattern di espressione nel corso dello sviluppo, valutazione funzionale in neuroni ippocampali in vitro in presenza/assenza di LTP
    3. Modulazione funzionale dei meccanismi che regolano il turnover e il numero di canali SK esposti sulla membrana neuronale.
      L’Unità modificherà metodiche messe a punto per lo studio di AChR per ottenere dati quantitativi relativi alle costanti cinetiche del turnover di canali SK. Le nuove metodiche verranno applicate sia allo studio di canali SK endogeni (su cellule PC12) che di canali espressi per transfezione (interi e mutati/deleti) in neuroni ippocampali. Metodiche di imaging fluorescente su cellule viventi (di cui il responsabile ha esperienza pluriennale) saranno utilizzate per studiare le cinetiche di recycling tra membrana cellulare e compartimento intracellulare; a questo scopo l’Unità sta completando la messa a punto di un sistema di imaging confocale per deconvoluzione che consentirà di aumentare notevolmente le capacità di risoluzione spaziale del segnale fluorescente. In collaborazione con altre Unità, verrano studiate le proprietà biochimiche, farmacologiche e funzionali del compartimento che accoglie il pool intracellulare di canali SK(3) che vengono inseriti in modo regolato sulla membrana plasmatica.
    4. Analisi del ruolo dei canali SK nella modulazione dell’attività eso-endocitotica.
      L’Unità produrrà costrutti di GFP-SK (interi o mutati/deleti) che saranni utilizzati in collaborazione con le unità 1 e 4 per studiare con metodiche di imaging in fluorescenza su cellule viventi il ruolo dei canali SK nella modulazione dell’attività eso-endocitotica sia spontanea che indotta.

Enti finanziatori:

Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca
Finanziamento: assegnato e gestito da un ente esterno all'ateneo
Programma: FIRB

Partecipanti al progetto

Cinzia Cantù
Tecnico-Amministrativo
Cristiano Chiamulera
Professore ordinario
Anita Conforti
Ilaria Decimo
Ricercatore a tempo determinato
Elena Formaggio
Guido Francesco Fumagalli
Roberto Leone
Mara Mazzola
Tecnico-Amministrativo
Silvia Mion
Renza Roncarati
Anna Sava

Attività

Strutture